Wichtig

Impacchi sani

Impacchi: nozioni fondamentali in breve

Impacchi: nozioni fondamentali in breve

La brochure «Impacchi – Facili da usare» costituisce un aiuto prezioso e pratico per tutti quelli che non vogliono affidare semplicemente agli altri il proprio benessere e la propria salute.

Questa brochure della EGK-Cassa della salute è strutturata in modo chiaro e accurato. Le possibilità di utilizzo degli impacchi sono descritte in modo dettagliato e facilmente comprensibile.

Gli impacchi si possono impiegare per ogni tipo di malessere.

Essi costituiscono un metodo dolce, efficace, coadiuvante e calmante. Sono semplici da usare e convenienti. 

Gli impacchi sono benefici e lenitivi nel caso di malattie acute o croniche. Dando una sensazione di protezione e relax, svolgono una funzione importante nella promozione della salute. 


Cos'è un impacco?

Per impacco si intende l'avvolgimento di una determinata parte del corpo o di tutto il corpo con uno o più panni. Il panno più interno è imbevuto con una soluzione per impacchi (ad es. infuso alle erbe) oppure è ricoperto con una sostanza (ad es. quark). Il panno più interno viene avvolto per lo più anche con un panno di lana e di cotone oppure con un mollettone o un asciugamano da bagno (vedi Materiale per impacchi). Gli impacchi si possono utilizzare per ottenere un'azione preventiva, lenitiva oppure curativa. 


Effetti e campi d'impiego

Effetti degli impacchi freddi

Gli impacchi freddi leniscono i dolori acuti e si usano soprattutto nel caso di infiammazioni, contusioni, strappi, botte e slogature. Funzionano anche nel caso di ustioni, scottature solari e disturbi acuti alle articolazioni. 

Gli impacchi freddi abbassano la febbre alta. 

==> Nota: 

    • gli impacchi si applicano molto umidi sulla zona da trattare.
    • Non appoggiare mai gli impacchi freddi sulla pelle fredda.

Non si possono usare in caso di:

  • Persone raffreddate e infreddolite
  • Disturbi all'irrorazione sanguigna e disturbi somatosensoriali
  • Infiammazioni alla vescica e ai reni
  • Infiammazioni alla mandibola e al seno frontale 


Effetti degli impacchi caldi

Gli impacchi caldi aiutano in caso di dolori cronici alle articolazioni e di tensioni muscolari. Essi dilatano i vasi sanguigni e hanno quindi un'azione lenitiva in caso di crampi, disturbi digestivi e flatulenze.  Grazie all'effetto antispastico e di stimolazione delle secrezioni, gli impacchi caldi si usano anche in caso di infiammazioni alla vescica, tosse/bronchite e infiammazioni alla mandibola e al seno frontale, nonché in caso di mal d'orecchi. Inoltre sono adatti in caso di dolori reumatici cronici alle articolazioni. 

Gli effetti degli impacchi caldi e temperati si possono rafforzare con della lana grezza. 

==> Nota: 

applicare gli impacchi caldi dopo averli solo leggermente inumiditi e mai in caso di infiammazioni acute come ad es. articolazioni gonfie.

Non si possono usare in caso di:

  • Disturbi al cuore e alla circolazione
  • Diarrea con febbre
  • Febbre
  • Infiammazioni dell'apparato motorio
  • Dolori acuti alla pancia e alla schiena
  • Neonati e persone anziane
  • Persone con paralisi e disturbi somatosensoriali 


Effetti degli impacchi temperati

Gli impacchi temperati sono applicazioni delicate, a temperatura corporea, e di regola possono essere lasciati in posa per più tempo. Le applicazioni temperate aiutano tra l'altro in caso di mal di testa, infiammazioni alla gola, mal d'orecchi e dolori ai nervi. Sono l'applicazione ideale per neonati, bambini e persone anziane. 


Preparazione e impiego degli impacchi:

Prima di usare un impacco si dovrebbero considerare alcuni punti:

  • Che esigenze ha la persona da trattare?
  • Di quali disturbi soffre?
  • Qual è l'impacco più idoneo?
  • Che materiale serve?

Quando avete trovato un impacco adeguato preparatene l'applicazione attenendovi alle istruzioni. Create un ambiente tranquillo. Trovate una posizione comoda. Applicate l'impacco senza lasciare spazi liberi e tendendo bene le stoffe. Applicatelo velocemente, ma senza frenesia, per evitare un raffreddamento eccessivo. Se la situazione lo richiede, restate accanto alla persona da curare. Alla prima applicazione è necessario fare maggiormente attenzione. Dopo l'applicazione lasciare riposare almeno mezz'ora la persona trattata.  Nel caso di persone particolarmente sensibili o per favorire l'accumulo di calore, frizionare infine la pelle con un olio naturale. 

L'effetto dell'impacco spesso si manifesta dopo più applicazioni. In caso contrario provate un'altra variante. Di regola è sufficiente un'applicazione al giorno. In compenso è opportuno effettuarle per più giorni (tranne in caso di malessere acuto come febbre, infiammazioni, slogature ecc.).

Se non subentra l'effetto desiderato, in caso di peggioramento dei sintomi o di dubbi, rivolgersi a uno specialista.

Il materiale e gli ingredienti usati per l'impacco vanno smaltiti nei rifiuti. 


Materiale per impacchi

Di regola un impacco è costituito da tre panni: 

  • Un panno interno (in lino, seta, cotone, fascia di garza)
  • Un panno intermedio (in cotone, flanella)
  • Un panno esterno (panno di lana, mollettone, asciugamano da bagno)

Per gli impacchi utilizzare esclusivamente stoffe come cotone, lino, seta o lana.
Le fibre sintetiche e i materiali antitraspiranti come la plastica o la gomma non sono adatti, perché impediscono alla pelle di respirare e causano un ristagno di calore nel corpo. 


Pericoli e limiti degli impacchi

Come tutti i metodi di medicina naturale, gli impacchi possono avere effetti sia positivi che negativi e scatenare diverse reazioni. Per questo è importante non applicare di notte il primo impacco.

Se un impacco fa bene o no lo decide il paziente. Non appena un impacco è recepito come fastidioso si deve togliere immediatamente. Un impiego inappropriato può avere effetti collaterali indesiderati. Se un'applicazione ripetuta degli impacchi non dovesse apportare miglioramenti, rivolgersi a un medico.

 

 

Video: Rohwolle wärmende Begleiter

Video: Zitronen Pfefferminz Kompresse, eine Blitzerfrischung